Lettera aperta – Ca’ dei Fiori

LETTERA APERTA AI CANDIDATI SINDACO

Caro candidato,

In occasione della campagna elettorale che sta affrontando ci permettiamo di sottoporre alla sua attenzione i problemi che riguardano gli anziani una delle fasce più deboli della nostra popolazione.

L’Associazione Ca’ dei Fiori onlus (organizzazione non lucrativa di utilità sociale) da più decenni opera nel territorio comunale come realtà consolidata e riconosciuta come un bene comune. I Soci, consiglieri e non, prestano la loro attività a titolo di volontariato. Abbiamo sempre posto una particolare attenzione ai bisogni degli anziani della comunità locale coinvolgendo in diversi progetti le altre associazioni di volontariato del territorio (Auser, Arca, Pro Loco) e con le istituzioni (Distretto, Amministrazione Comunale, Istituti scolastici e Parrocchia).

Siamo convinti della necessità di agire in sinergia con gli enti e le organizzazioni locali per il bene della comunità. Per un buon esito dei progetti ed evitare la dispersione delle risorse riteniamo utile partire da una mappatura dei bisogni dei cittadini, dei servizi attuali e potenziali. Solo attraverso la creazione di una rete di servizi basata sui bisogni della comunità sarà possibile rendere meno difficile la condizione delle persone in difficoltà. Come Centro Servizi siamo a disposizione per collaborare attivamente su questi temi.

La nostra Associazione, inoltre, da anni ha dato avvio al progetto di ristrutturazione del Centro Servizi al fine di adeguarsi agli standard previsti dalla Regione e di migliorare la qualità del servizio agli ospiti residenti. Il progetto è ancora fermo in attesa dei pareri di competenza dei vari enti.

Ci aspettiamo che la nuova Amministrazione Comunale, come la precedente, si impegni al nostro fianco per sollecitare il rilascio dei pareri degli Enti preposti.

Le chiediamo, di voler sostenere in futuro una comune progettazione di azioni di aggregazione territoriale sulla condizione degli anziani come per esempio una rete di informazioni sull’Alzheimer.

Distinti saluti

Associazione Ca’ dei Fiori Onlus

* * *

Gentilissima Sig. ra Francesca

abbiamo letto con molta attenzione la vostra lettera e condiviso sia le preoccupazioni che le aspettative essendo noi (tutto il gruppo della Lista Civica Per Quarto) molto sensibili alle esigenze del mondo degli anziani, sia per esperienza diretta che indiretta. Come saprà all’interno del nostro gruppo c’è anche l’amico Giancarlo Pavan che già ci aveva anticipato questa vostra comunicazione.

Essendo in piena campagna elettorale risulterebbe fin troppo facile esprimere messaggi propositivi e promesse di soluzione di problemi esistenti, però possiamo sicuramente garantire che già nel nostro programma, scritto molto tempo fa, erano presenti tali attenzioni.

Ci rammarica che un intervento così importante, quale la ristrutturazione dì Ca’ dei Fiori, non abbia già trovato le necessarie soluzioni, mentre vediamo oggi aperto un cantiere a pochi passi dal Sile, e dalla vostra sede stessa, che sembra procedere molto velocemente.

Possiamo garantirle il nostro sicuro interessamento per la migliore conclusione della pratica, qualunque sia il risultato elettorale, e la invitiamo a visitare il sito della nostra lista, www.perquarto.it, per valutare la bontà della nostra risposta.

Mi scuso se come candidato sindaco ho risposto in terza persona, ma questo è oggi e sarà in futuro il nostro stile: siamo un gruppo di persone che lavorano per lo stesso obiettivo: il ben-essere di tutti.

Restiamo a disposizione per un incontro a breve, modalità a voi più comode, per prendere visione delle problematiche in essere.

Saluti cordiali
Luigino Varin – Lista Civica Per Quarto

Leggi tutto

Intervista a «Gente Veneta»

Pubblichiamo il testo dell’intervista rilasciata il 2 maggio 2011 da Luigino Varin, candidato sindaco della Lista Civica Per Quarto, al giornalista del settimanale della diocesi di Venezia «Gente Veneta» Paolo Fusco. La stessa intervista è stata sottoposta a tutti i candidati sindaco alle prossime elezioni amministrative di Quarto d’Altino.

D: Le tre priorità del vostro programma:

  1. ci faremo portatori di una vera politica della partecipazione e della socialità, in cui i cittadini e i diversi “attori sociali” sono coinvolti direttamente nelle scelte relative allo sviluppo del “loro” paese, per un rilancio sociale, culturale ed economico condiviso.
  2. amministreremo in modo trasparente e onesto, efficiente e sostenibile (dal punto di vista economico, ambientale, sociale) e soprattutto vicino al cittadino, puntando da subito ad un’informazione capillare, costante e imparziale e a una semplificazione e diversificazione delle procedure di accesso ai servizi (sportello “reale” in municipio, sportello “virtuale” sul web, sportello “mobile” nelle frazioni)
  3. promuoveremo uno sviluppo equo, sostenibile e solidale, puntando a dare al paese una nuova vocazione (sociale, turistica, culturale e non esclusivamente residenziale) rendendolo al contempo nuovamente attraente prima di tutto per chi ci vive.

D: Nuova biblioteca presso l’edificio Ater e politiche culturali

Non è scontato che la soluzione migliore per la Biblioteca sia l’edificio acquistato con leasing in centro al paese. Riprenderemo quindi in mano con cognizione di causa l’analisi della situazione socio-culturale del paese – ferma ad uno studio di quasi 10 anni fa – per trovare una soluzione logisticamente più adeguata (quindi più vicina alle scuole) e al passo con i tempi sotto il profilo della proposta informativa e culturale, nonché della gestione, con il coinvolgimento dei giovani e delle associazioni, trasformando quindi la biblioteca in un vero volano delle attività socio-culturali e ricreative.

D: Palasport e piano di lottizzazione

Toglieremo dall’elenco dei beni pubblici alienabili l’area del Palazzetto e porteremo a compimento – attraverso un concorso di idee per giovani urbanisti e architetti, e con i cittadini come “giuria” – la proposta preliminare di valorizzazione dell’area, condivisa dai cittadini nell’ambito del laboratorio di progettazione partecipata Quartiere Sociale e di recente approvata con delibera di consiglio, in quanto fulcro di socialità per tutto il paese.

D: Via Stazione: chiudere il primo tratto per realizzare una piazza fino alla chiesa?

La realizzazione della piazza in continuità con il piazzale della chiesa potrebbe essere possibile senza per forza chiudere il primo tratto della via; la soluzione sarà comunque condivisa con i cittadini e i commercianti, e verrà inserita in uno studio generale e condiviso della viabilità del centro.

D: Quali politiche per le frazioni

Ci faremo carico delle priorità emerse nelle frazioni durante la stesura del programma elettorale partecipato, a partire dal rapporto centro/periferia, dai problemi di viabilità e mobilità e dagli spazi di socialità, aperti e chiusi.

D: Quale attenzione alle Politiche sociali

Miglioreremo – e, dove, necessario potenzieremo – i servizi verso le cosiddette “fasce deboli” o a rischio emarginazione (bambini, giovani, anziani, diversamente abili, migranti) promuovendo parallelamente una cultura della solidarietà che metta in moto dei processi virtuosi di sostegno reciproco tra i cittadini, coinvolgendo anche le numerosi associazioni attive sul territorio.

D: Costruire ancora nel territorio di Quarto?

Sì, purtroppo, visti i numerosi piani di recupero e di lottizzazione già approvati e non ancora avviati. Il nostro obiettivo è però quello di analizzare gli accordi sottostanti a questi progetti per individuare delle soluzioni che consentano una riqualificazione urbanistica compatibile con le reali esigenze abitative e di vivibilità dei cittadini, sbloccando l’attuale situazione di stallo. Nel frattempo, approveremo il PAT con il massimo coinvolgimento della cittadinanza, puntando al minimo consumo di territorio e il massimo recupero del volume edificato esistente, in modo tale che il nuovo strumento di pianificazione del territorio sia da guida al rilancio del nostro paese in un’ottica di vivibilità, socialità e ben-essere.

D: Alcune notizie su di lei e sulla lista (collocazione politica, età media, provenienze in breve)

(vedi il sito alla pagina Lista)

Leggi tutto

Presentazioni della lista e del programma partecipato

Vi aspettiamo  nelle date e nei luoghi qui sotto indicati per gli aperitivi di  presentazione del “vostro” programma, risultato dei laboratori di programmazione partecipata “per quarto”,  e dei candidati della Lista Civica Per Quarto.

Lunedì 2 maggio 2011
PER QUARTO “CENTRO” E SAN MICHELE VECCHIO
Ore 19 – Centro Servizi di Quarto d’Altino

Martedì 3 maggio 2011
PER LE CRETE E QUARTO D’ALTINO “OLTRE LA FERROVIA”
Ore 19 – Palestra ex scuole elementari di Le Crete

Giovedì 5 maggio 2011
PER PORTEGRANDI, LE TREZZE, ALTINO E TREPALADE
Ore 19 – Centro Civico di Portegrandi

Leggi tutto

“per quarto” terza lista ai sorteggi

Sabato 16 aprile, alle ore 18, presso gli uffici dei Servizi demografici del Comune di San Donà di Piave, si è tenuto il sorteggio con il quale si è stabilito l’ordine dei simboli delle liste sulla scheda elettorale. Chiaramente eravamo presenti, e vi riportiamo i risultati:

  1. Nuova Civica Altinate
  2. Silvia Conte Sindaco
  3. LISTA CIVICA PER QUARTO
  4. Movimento 5 Stelle
  5. Lega Nord-Patto Cittadino
  6. Quarto Domani
  7. Futuro in Comune
Leggi tutto

Per Quarto centro e San Michele – Report

Si è concluso sui temi legati al centro di Quarto d’Altino e a San Michele Vecchio il Laboratorio di programmazione partecipata “per quarto”, primo esempio a livello locale di programma elettorale costruito assieme ai cittadini, tramite il confronto reciproco sui bisogni e la ricerca di soluzioni condivise.

Gli indirizzi di discussione proposti e accolti dai partecipanti sono stati i seguenti:

  • Servizi alla persona
  • Recupero urbanistico e spazi di socialità
  • Sicurezza (viabilità, mobilità, ambiente, salute)

Ringraziamo di cuore tutte le persone che, nonostante fuori splendesse un bellissimo sole già estivo, hanno preferito passare più di tre ore dentro quattro mura di cemento armato e prendere parte attiva ad un percorso che, oltre a mettere ognuno nelle condizioni di esprimere bisogni, aspettative, idee, soluzioni, ha dato anche questa volta la possibilità di conoscere persone e realtà nuove.

Tempo di rielaborare e coordinare i risultati, e il Programma “per quarto” sarà pronto per essere pubblicato e divulgato, assieme – chiaramente – alla lista e al candidato sindaco.

A prestissimo!

Leggi tutto

Per Altino e Trepalade – Report

Il terzo incontro del laboratorio di programmazione partecipata “per quarto” è stato speciale non solo per il luogo in cui si è tenuto – Altino – ma anche per il fatto che, complice una splendida giornata primaverile, i gruppi di lavoro hanno potuto sistemarsi all’esterno, sotto i portici e gli alberi della piazza più suggestiva del nostro paese

Gli indirizzi di discussione su cui i cittadini sono stati invitati a discutere (uno dei quali proposto dagli stessi partecipanti) sono stati i seguenti:

  • Area archeologica: limite o opportunità per lo sviluppo della frazione?
  • Quale vocazione per Altino?
  • Tutela ambientale

I risultati dettagliati saranno resi noti al momento della presentazione del programma.

Ringraziamo anche questa volta le persone che hanno partecipato all’incontro, contribuendo con la loro presenza e le loro idee al miglioramento del nostro paese.

Ricordiamo che l’ultimo incontro del laboratorio (“per Quarto d’Altino centro e San Michele Vecchio“) è previsto per sabato 9 aprile dalle ore 15.30 presso il Centro Servizi di Quarto d’Altino.

Leggi tutto

Per Le Crete e Quarto “OLAF” – Report

Alla presenza di una sessantina di cittadini della frazione di Le Crete e del quartiere “Oltre la Ferrovia”, sabato 19 marzo, presso la palestra delle ex scuole elementari di Le Crete si è tenuto il secondo incontro del laboratorio di programmazione partecipata “per quarto”.

Gli indirizzi di discussione proposti e riguardo ai quali i tre gruppi di lavoro hanno fatto emergere esigenze e soluzioni sono stati i seguenti:

  • mobilità e viabilità (isolamento dei quartieri, sicurezza stradale)
  • spazi pubblici (aperti e verdi, chiusi ma per tutti, virtuali e mentali)
  • servizi di base (rapporto con uffici e amministrazione, attività commerciali di prima necessità)

I risultati dettagliati saranno presto resi noti.

Grazie a tutti coloro i quali hanno trovato il tempo e lo stimolo per mettersi in gioco, contribuendo con la loro presenza e le loro idee al miglioramento del nostro paese.

Leggi tutto